Sicuri é meglio!

Manutenzione estintori, impianti anticendio,

Assistenza apparecchiature antincendio, estintori, revisione estintori, vendita estintori

Secondo il D.P.R. 547 dell 27/04/1955, art.34 punto c, "Manutenzione di tutte le apparecchiature antincendio" e il D.M. n. 64 del 10 Marzo 1998, art. 4, ogni datore di lavoro è obbligato a svolgere o far svolgere periodicamente la manutenzione degli estintori presenti all’interno del luogo di lavoro. Per la manutenzione degli estintori sono necessarie 4 fasi:

  • Sorveglianza: la verifica deve essere fatta con frequenza mensile dal personale interno all’azienda il quale deve accertarsi che:
    1. 1. l'estintore sia presente ed indicato con apposito cartello;
    2. 2. l'estintore sia ben visibile, immediatamente utilizzabile e facilmente raggiungibile
    3. 3. l'estintore non sia manomesso
    4. 4. i contrassegni distintivi siano ben evidenti e leggibili
    5. 5. l'indicatore di pressione, quando è presente, indichi un valore di pressione all'interno del campo verde;
    6. 6. l'estintore non possieda anomalie come ugelli ostruiti, perdite, tracce di corrosione, sconnessioni…
    7. 7. l'estintore non abbia danni alle strutture di supporto ed alla maniglia di trasporto e le ruote funzionanti, in caso sia carrellato;
    8. 8. il cartellino di manutenzione ci sia sull'apparecchio e sia compilato correttamente.
  • Controllo: tale attività è svolta da un personale esterno specializzato e riconosciuto, il quale, con frequenza semestrale, svolge una verifica dell'efficienza dell'estintore, tramite vari accertamenti tecnici.
  • Revisione: tale attività è svolta da un personale esterno specializzato e riconosciuto che svolge degli accertamenti e degli interventi (tra cui la sostituzione o ricarica dell’agente estinguente) per controllare e rendere efficiente l'estintore. A seconda del tipo di estintore i controlli hanno una periodicità differente:
    1. 1. Estintore a polvere: ogni 3 anni;
    2. 2. Estintore a CO2: ogni 5 anni;
    3. 3. Estintore a schiuma: ogni anno e mezzo.
  • Collaudo: il personale esterno specializzato e riconosciuto è tenuto a controllare periodicamente la stabilità dell’involucro tramite prova idraulica. A seconda del tipo di estintore i controlli hanno una periodicità differente:
    1. 1. Estintore a CO2: ogni 10 anni;
    2. 2. Estintore non marcato CE: ogni 6 anni;
    3. 3. Estintore marcato CE: ogni 12 anni.
Offriamo assistenza per la corretta manutenzione dei vostri estintori.
Non esitate a contattarci per richiedere un preventivo gratuito e senza impegno!